Ormai ricevo almeno una decina di domande al giorno, tra email, commenti al blog e richieste di potenziali clienti per consulenze, riguardo al problema dell'isolamento termico e della muffa.

Per isolamento termico intendo sia una soluzione più “classica”, come il cappotto esterno, sia una strada meno battuta come quella dell'isolamento dall'interno con materiali particolari (ma necessaria e senza alternative in alcuni casi). 

La mia faccia è un po' come quella del gorilla pensieroso, quando mi trovo a dover dare risposte a certe domande. Ma non perché non siano lecite.

In realtà mi rendo sempre più conto che il discorso dell'isolamento è un'idea che ancora non è radicata nella testa di chi ha (o in generale abita) una casa, malgrado questa sia piuttosto vecchiotta e, appunto, con qualche problema di umidità e di muffa.

E questo, non te lo nego, mi mette in difficoltà. E tra un po' ti spiegherò anche il perché.

Le condizioni di benessere termico sono quelle perfette?La scorsa settimana abbiamo parlato di comfort termico ambientale e dei fattori oggettivi che ci possono consentire di ambire al miglior benessere possibile in casa se sapientemente “aggiustati”. È infatti evidente che non possiamo cambiare le condizioni atmosferiche esterne e che durante l'anno, il nostro corpo sarebbe sottoposto a temperature, umidità, ecc. anche molto diverse, senza alcune "protezioni" quali i vestiti e le abitazioni.

Nel nostro ambiente domestico, invece, possiamo e dobbiamo intervenire. In realtà già lo facciamo, con il riscaldamento, ad esempio, o con l'aria condizionata. Ma spessissimo questi impianti, oltre ad essere obsoleti e inefficienti, sono anche inefficaci.

Ma soprattutto consumano energia e soldi!

Questa immagine ti dà l'idea di benessere?Spero che tutti o buona parte dei lettori del blog abbiano potuto fare le vacanze estive e godersi una vacanza confortevole. Magari su una amaca ai Cairabi, con una piacevolissima brezza marina ad allietare il meritato riposo. Ma cosa vuol dire in effetti "vacanza confortevole"? Cosa è il confort o comfort, in generale?

Partiamo dal dizionario: “Complesso di comodità materiali e di agi disponibili in un determinato ambiente, in una determinata epoca”.  

È tutto chiaro? Ora sai sai cosa vuol dire stare bene in casa propria?

Ho qualche dubbio.