Qual è il primo problema che devi affrontare se pensi di ristrutturare la tua casa, anche se si tratta di un appartamento in condominio, ma non sai da dove partire?

La storia di Fabio può farti riflettere sull'importanza di una ristrutturazione con isolamento termico dall'interno e istallazione di una ventilazione meccanica controllata.

Sei sicuro che a te non serva? Sei pronto a mettere la mano sul fuoco?

Fabio è il proprietario di un appartamento in un immobile di pregio, nel Centro storico di Padova.

La storia di Fabio potrebbe essere la tua, se stai pensando di ristrutturare l'appartamento in cui vivi con la tua famiglia e non sai veramente da dove partire. O peggio: se credi di sapere cosa fare, e non ti sei fatto venire alcun dubbio in proposito!

Fabio aveva in animo di rinnovare casa e aveva anche già deciso di fare qualche piccolo lavoro, come sostituire la cucina, rifare un bagno e i pavimenti in alcune stanze. Si rendeva però conto che fare solo dei cambiamenti “un po' qui e un po' lì” avrebbe lasciato diverse questioni irrisolte.

Non sapeva come proseguire, che tipo di scelte fare, se quello che aveva pensato fosse in realtà la cosa giusta, se non fosse necessario pensare alla ritrutturazione in maniera più completa e organica.

Fabio è un ottimo professionista, sa che lui è uno specialista nel suo settore, e sa quanto sia importante che una figura competente possa farti trarre giovamente da una sua consulenza. È inutile girarci intorno e cercare di risparmiare il più possibile. Il fai-da-te in moltissimi ambiti ti fa perdere tempo e soldi!

Differenze di temperatura in casa con radiatori e con radianteStai per affrontare una ristrutturazione importante della tua casa e ti assale il dubbio se sia meglio adottare la soluzione A, la soluzione B o la soluzione C?

Del resto dai preventivi che ti sei fatto mandare non si capisce bene quale possa essere la cosa migliore da fare: la prima ditta ti ha consigliato il prodotto X, la seconda il sistema Y. Prezzi diversi, prestazioni diverse. E ora?

E se dopo aver speso soldi e tempo quella soluzione non fosse proprio adatta alle tue esigenze e alla tua casa?

Prendiamo ad esempio l'impianto di riscaldamento.

Cambiare il tipo di impianto e installare dei pannelli radianti a pavimento è una delle soluzione che va per la maggiore: spesso viene installata nell’intento di avere una soluzione che ci faccia risparmiare e che sia di maggior comfort.

Spesso chi vende impianti o li realizza decanta le lodi delle nuove macchine o descrive i ridotti consumi che la nuova soluzione porta.

Ma sarà proprio così?

Funziona davvero tutto così bene quando si parla di sistema radiante, se la casa non è nuova ma è una ristrutturazione?

Avviso ai naviganti: questo non è un post tecnico. Non parlerò di progettazione né di esecuzione né di come scegliere i materiali per i lavori di ristrutturazione. 

Ti starai chiedendo: “Ma c'è qualcosa di più importante?”

Sì, c'è qualcosa di più importante che tu proprietario devi risolvere prima ancora di cominciare tutto il processo di ristrutturazione. Alle cose tecniche ci penseranno i professionisti da te scelti. Ma il “fischio d'inizio” lo devi dare tu.

Qui per ristrutturazione intendiamo come al solito uno stravolgimento sostanziale della casa per migliorare funzionalità, comfort, prestazioni energetiche, estetica.

Metterò in evidenza:

  1. gli errori tipici (che tu non devi assolutamente commettere) di chi si appresta a fare lavori importanti per trasformare la propria casa o una casa appena acquistata,

  2. la “direzione” che devi seguire se vuoi arrivare ad ottenere la casa che hai sempre desiderato.

...e lo farò con degli esempi concreti.

un'importante comunicazione per i miei clientiSe hai deciso di iniziare dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica, importanti e impegnativi, ti consiglio di leggere il testo dell'email che seguirà. È un'email reale, scritta a miei clienti, copiata e incollata nel blog.

La riporto per farti render conto che è una cosa normale avere mille dubbi su ciò che vorresti realizzare. È difficile che un committente abbia le idee chiarissime, e soprattutto che siano anche realizzabili rispetto a tutti i vincoli che il progetto prevede. 

È quindi fondamentale lasciarsi guidare dal professionista che hai incaricato. 

Leggendo capirai anche perché è importante determinare il vero budget a disposizione. Se sto lavorando per te, con i parametri che mi hai dato, devo stare attentissima a far si che "la coperta non sia corta". 

Buona lettura...

Anche tu come i Griffin hai una casa da ristrutturare?Lo scopo di intervenire su un immobile con una ristrutturazione (e se leggi spesso questo blog sai anche che parlo necessariamente di riqualificazione energetica) è quello di prolungarne il normale ciclo di vita utile, che non dovrebbe essere superiore ai 35-40 anni.

Con una ristrutturazione parziale, ossia a passi successivi, l'edificio può in qualche modo essere “rigenerato”, riqualificato, essere più adatto alle esigenze contemporanee, grazie anche a nuove metodologie e tecnologie (di progettazione e costruttive).

In sostanza gli si allunga la vita.

Sappiamo tutti benissimo che esistono edifici fatiscenti, pubblici e privati, sparsi per tutto lo stivale, che superano abbondantemente anche i 60-70 anni di ciclo di vita, senza essere mai stati toccati.

Mentre in altre parti del mondo - o se volessimo anche solo fermarci in Europa, per fare paragoni - si procede ad un risanamento degli immobili esistenti, in Italia questo aspetto è estremamente sottovalutato. E a farne le spese è lo stesso valore del nostro patrimonio immobiliare.